Norme tecniche generali per il recupero di materia dai rifiuti non pericolosi

I primi articoli di questo blog saranno dedicati alle normative legate al mondo del recupero rottami.

Iniziamo dalle norme tecniche generali per il recupero di materia dai rifiuti non pericolosi.

Di seguito è riportato un allegato scaricabile contenente la normativa relativa a:

  1. RIFIUTI DI CARTA, CARTONE, E PRODOTTI DI CARTA
  2. RIFIUTI DI VETRO IN FORMA NON DISPERSIBILE
  3. RIFIUTI DI METALLI E LORO LEGHE SOTTO FORMA METALLICA NON DISPERDIBILE
  4. RIFIUTI CONTENENTI METALLI DERIVATI DALLA FONDERIA, FUSIONE E RAFFINAZIONE DI METALLI
  5. ALTRI RIFIUTI CONTENENTI METALLI
  6. RIFIUTI DI PLASTICHE
  7. RIFIUTI CERAMICI E INERTI
  8. RIFIUTI DERIVATI DA OPERAZIONI DI CONCIATURA E DALL’UTILIZZO DEL CUOIO E RIFIUTI TESSILI
  9. RIFIUTI DI LEGNO E SUGHERO
  10. RIFIUTI SOLIDI IN CAUCCIÙ E GOMMA
  11. RIFIUTI DERIVATI DALL’INDUSTRIA AGROALIMENTARE
  12. FANGHI
  13. RIFIUTI CONTENENTI PRINCIPALMENTE COSTITUENTI INORGANICI CHE POSSONO A LORO VOLTA CONTENERE METALLI O MATERIE ORGANICHE
  14. RIFIUTI RECUPERABILI DA RSU E DA RIFIUTI SPECIALI NON PERICOLOSI ASSIMILATI PER LA PRODUZIONE DI CDR
  15. RIFIUTI RECUPERABILI MEDIANTE PROCEDIMENTI DI DIGESTIONE ANAEROBICA
  16. RIFIUTI COMPOSTABILI
  17. RIFIUTI RECUPERABILI CON PROCESSI DI PIROLISI E GASSIFICAZIONE
  18. RIFIUTI DESTINATI ALLA PRODUZIONE DI FERTILIZZANTI

Allegato

N.d.R.: il testo dell’allegato è modificato sulla base delle indicazioni dell’allegato C della direttiva MinAmbiente 9 aprile 2002, recante indicazioni per la corretta e piena applicazione del regolamento comunitario n. 2557/2001 sulle spedizioni di rifiuti ed in relazione al nuovo elenco dei rifiuti.
Il testo del provvedimento è inoltre coordinato con le modifiche apportate dal DmAmbiente 9 gennaio 2003; dal DmAmbiente 27 luglio 2004 (tutte le modifiche di carattere aggiuntivo apportate dal provvedimento in questione sono evidenziate in viola); e dal DmAmbiente 5 aprile 2006, n. 186 (tutte le modifiche di carattere aggiuntivo apportate dal provvedimento in questione sono evidenziate in viola. Entrata in vigore delle modifiche: 19 maggio 2006).
Le soppressioni sono evidenziate con barra sulle singole parti del testo.

Annunci