Energia Solare all’appello per il Nostro Ambiente

L’energia che proviene dal sole è la fonte immediata del benessere dell’umanità. E’ la più evidente e diffusa fonte di energia che abbiamo a disposizione.
L’irraggiamento solare è responsabile delle principali forze elementari, che si manifestano sulla superficie della terra: il riciclo dell’acqua , la fotosintesi, il ciclo dei combustibili fossili.
Per questo, lo sfruttamento diretto dell’energia solare è la più naturale tra le scelte connesse alla ricerca di forme di energia rinnovabili e sostenibili.

sun-and-hands

In effetti, anche tutte le altre fonti rinnovabili di energia (biomasse, energia eolica, energia idrica) non sono altro che forme in cui l’energia solare si converte seguendo cicli naturali.
L’energia solare è sicuramente non inquinante ed è disponibile in quantità di fatto illimitate: è la fonte rinnovabile per eccellenza.
Essa può essere utilizzata direttamente per fornire calore e luce agli edifici, può essere convertita in calore, utilizzando dei collettori, può essere convertita in elettricità grazie alla tecnologia fotovoltaica.

Riflessa dall’atmosfera 25%
Riflessa dal terreno 5%
Assorbita dall’atmosfera 25%
Diffusa nell’atmosfera 18%
Direttamente assorbita dalla superficie della terra 27%

I dispositivi che consentono direttamente di ricavare energia dal sole sono di diversi tipi: i pannelli solari per produrre acqua calda, i sistemi fotovoltaici per produrre elettricità, gli specchi concentratori per produrre ad alta temperatura da utilizzare in centrali elettriche.
Le tecnologie fotovoltaiche, che consentono di trasformare direttamente la luce del sole, sono di diversi tipi. Gli impianti fotovoltaici producono energia là dove serve, non necessitano di alcun combustibile, non richiedono di manutenzione e vengono costruiti su misura, secondo le reali necessità dell’utente.

Il costo degli impianti, piuttosto elevato, può essere recuperato tenendo presente questi fattori:

– lunga durata degli impianti

– gratuità della fonte di energia

– basso impatto ambientale

L’intensità con la quale l’energia viene irradiata dal sole arriva al suolo dipende dall’inclinazione del sole sull’orizzonte. In condizioni di giornata serena e sole a mezzogiorno, la radianza al suolo è di circa 1000 W/ m2.
Questo flusso di energia che arriva sulla terra è 15.000 volte l’attuale consumo energetico mondiale. La quantità di energia solare che arriva sulla superficie terrestre, e che può essere utilmente raccolta da un dispositivo fotovoltaico, dipende però dall’irraggiamento del luogo, ed è quindi funzione delle condizioni climatiche locali (nuvolosità, foschia ecc.) e dalla latitudine (come è noto, l’irraggiamento cresce quanto più si avvicina all’equatore).

Nel nostro paese è ben diverso l’irraggiamento, ma le regioni più adatte sarebbero sicuramente quelle meridionali e insulari, anche se, per la capacità che hanno di sfruttare anche la radiazione diffusa, gli impianti fotovoltaici possono essere installati anche in zone meno soleggiate.
In località favorevoli è possibile raccogliere ogni anno 2.000 K Wh da ogni metro quadro di superficie, il che è l’equivalente energetico di 1,5 barili di petrolio.

Annunci